2017: una sintesi

Il 2017 è un anno di merda per la maggior parte di noi. L’attacco terroristico a Mindanao, le riprese avvenute nel concerto di Ariana Grande, il servizio fotografico a Malacanang e i tifoni che hanno quasi distrutto i CDO. Molte cose brutte sono successe nel nostro paese e nel mondo.

Per una nota personale, il 2017 per me è così stressante. Voglio dire, il college è stressante in generale, ma questo semestre è stato finora il più stressante e mentalmente drenante. In questo semestre ho avuto più guasti di tutti i semestri precedenti messi insieme. Mi sono ammalato più volte e ho perso un paio di esami per questo. Grazie agli dei per insegnanti premurosi. Posso elencare tutte le cose brutte che mi sono successe personalmente e l’elenco continuerà per un paio di pagine se questo è stato scritto su carta.

Ma il mondo, come lo vedono i cinesi, è Yin e Yang. Anche se sono successe molte cose brutte, ho anche avuto una parte di esperienze belle e belle.

Sono stato accettato dall’IPL, che è il laboratorio che stavo mirando al NIP. Ora faccio parte del CXTeam che è diretto da Ma’am May Lim. È fantastica e simpatica perché mi ha dato idee per la mia ricerca e finalmente posso iniziare a lavorarci. Sono anche riuscito a raccogliere tutta la mia fiducia per unirmi a un concorso (più simile a un talent show) e fortunatamente ho vinto il secondo posto. Non male per un primo timer.

E poi ho incontrato questo ragazzo che ho incontrato per la prima volta (con cui ho parlato? Non so quale parola usare) su Twitter. Sono andato a SM Aura per partecipare a questo evento di cui fa parte. All’inizio ero timido perché ero oleoso e sudato in quel momento, ma ci andavo ancora perché volevo incontrarlo. Era così gentile, frizzante e così pieno di energia. Dopo l’evento, siamo andati in un comodo negozio e ne abbiamo parlato un po ‘di più e per fortuna abbiamo cliccato. Abbiamo passato ore a parlare di cose a caso fino a quando non ho deciso di prendere un autobus e andare da qualche parte che non sono mai stato. È stato così bello, quella notte. Così adorabile e riesco ancora a ricordare la maggior parte della mia mente molto chiaramente. Abbiamo iniziato a vederci ma non a vederci davvero, capisci cosa intendo? All’inizio mi vide come la sua avventura e stavo bene. È andato avanti per un paio di settimane, poi sono dovuto tornare a casa.
Quello era il momento in cui mi sono reso conto che lo amo. Quello è stato anche lo stesso periodo in cui ha detto di non mandargli un sms dal momento che non sono più con lui (idk come si dice mi dispiace). Ho anche scoperto che è infatuato di un ragazzo che ha anche incontrato su Twitter. Come bravo ragazzo, sono stato molto favorevole perché amo questo ragazzo e tutto ciò che voglio per lui è essere felice.
Sono tornato a Manila e ho continuato a incontrarlo sapendo che ama qualcun altro. Sono uscito con lui e l’ho invitato due volte a bere con i miei amici. Continuammo così ancora per un paio di settimane fino a quando finalmente riuscii a trovare il coraggio di chiedergli se potevo corteggiarlo. Certo, ha detto di no, ma questo non mi ha fermato. L’ho corteggiato di nascosto, se possibile, e per farla breve, ha funzionato. Alla fine è diventato il mio ragazzo. E sono diventato il ragazzo più fortunato del mondo.

Ci frequentiamo da quattro mesi ormai. E non ho rimpianti per tutto quello che è successo. Mi ha supportato per tutto questo semestre. Mi ha persino portato la colazione per la maggior parte del tempo perché non voleva che saltavo i pasti. Lui è così carino. E ho anche ricordato il momento in cui mi sono quasi rotto in una jeepney a causa di un esame, ma non l’ho fatto perché era lì al mio fianco a stringermi la mano, cercando di tenermi stabile. Posso continuare a elencare le cose che mi ha fatto e di sicuro non finirà. Ma prima di finire questo voglio solo dire che amo davvero questo ragazzo e voglio davvero passare più anni con questo ragazzo. Voglio vederlo ottenere il suo prossimo lavoro, voglio vederlo essere la versione migliore di se stesso. Voglio che mi veda passare tutte le mie materie e finire le mie ricerche, voglio che mi veda indossare quel Sablay, voglio che divida uno spazio con me in città se ne abbia la possibilità. Voglio che i miei carini broccoli di papi siano felici.

Wrenz, ti amo. Ti amo tanto. E so che le parole non bastano per esprimerlo, ma lasciatemelo dire (o scrivere) ancora una volta: ti amo.