Ti amo, Samantha Morris, e tutto ciò che conta

Mi sento come se avessi perso una sorella. Importa. Tutto conta. La nostra amicizia non era facile perché nessuno di noi è facile. Ma eravamo sempre lì l’uno per l’altro. Sei stato un punto fermo nella mia vita e ora non ci sei più. Il nostro inizio scintillante. La nostra fine devastante. Importa. Tutto conta. Ti ho incontrato quando avevo 23 anni. Stavi per compiere 30 anni. Come me adesso. Ero appena tornato a Los Angeles da New York. Non ero mai stato un adulto a Los Angeles. Ti chiamavo per indicazioni stradali quando mi ero perso (che spesso era). Conoscevi la città così bene. Diresti: “Hmm, penso che dovresti prendere Sunset, va fino in fondo.” Ci siamo incontrati nel 301 di Mike Leffingwell. Non riuscivo a credere che tu volessi essere amico di me. Sembrava un complimento così grande. Eri così divertente e intelligente. Hai avuto la tua merda insieme. Eri una donna impressionante con un bel taglio di capelli e lavoravi in ​​un negozio di dischi (!) – eri una ragazza da sogno e pensavi che fossi divertente. Fuori dalla nostra classe, pensavi che quattro ragazzi fossero divertenti. Ero tipo, hai ragione, dimmi di più. Hai detto che questi quattro ragazzi (su tredici) sono divertenti e LE SOLO tre ragazze – noi e Courtney Davis, eravamo molto divertenti. Tutti e tre abbiamo iniziato a fare spettacoli insieme tutto il tempo. Una delle prime cose a cui mi hai invitato è stata una serata a bowling a Shatto Lanes con un gruppo di donne simpatiche e amichevoli che non conoscevo. Ancora una volta, ho pensato: “Oh mio Dio, come sono stato invitato a questo ??” Ho mangiato taquitos nella pista da bowling – adorabile – ho bevuto un mirtillo rosso di vodka e ho riso con te e tutti i tuoi amici carini. Ora mi siedo con te in ospedale e bevi succo di mirtillo rosso. Lo preferisci al succo di mela che è troppo dolce. Dico: “Sono contento che tu abbia preso il succo di mirtillo oggi”. Tu dici: “Anche io. È una piccola crostata. Un po ‘rinfrescante. ”Importa. Tutto conta.

Torna all’inizio scintillante. Tu, Courtney e io abbiamo fatto il passo logico e magico successivo in ogni rapporto commedia UCB degno di nota: ci siamo registrati per la 401 di Julie Brister. Conoscevi già Julie. Voglio dire, sono rimasto colpito. Il primo giorno di lezione, quando Julie stava frequentando, disse qualcosa del tipo: “Sam, è mezzogiorno, hai già corso un 5K o qualcosa del genere? Samantha è una persona mattiniera che gestisce maratone, tutti. ”Voglio dire, buon dio, potrebbe andare meglio? L’insegnante cool pensa che tu sia cool. Tu sei mio amico. Sta andando davvero bene. Hai detto qualcosa del tipo: “Oggi non ho corso, ho mangiato cialde”. Questo 401 è stato un bel posto, MOLTE persone divertenti – due personaggi straordinari erano gemelli. Questi simpatici gemelli del New Hampshire – Josh e Travis Wyman. Erano già in una squadra di Harold. Che cosa?? Abbiamo chiesto loro se volevano creare un gruppo di prove. Pensavano che anche noi fossimo divertenti e ciò che ha davvero siglato l’accordo per loro è stato ottenere questo: hai contattato MEL COWAN per eventualmente allenarci, e non solo ha detto che saremmo stati “un gruppo super divertente con cui lavorare”, ma ha anche ha detto che potevamo esercitarci nel GARAGE di lui e Katie a SILVERLAKE. E tutto ciò che dobbiamo fare è pagargli un po ‘di soldi. Riesci a crederci ?? Ci chiamavamo Nichelbach (che è Nickelback in tedesco) e ci esercitavamo ogni settimana nel garage di Mel per il prossimo anno. Abbiamo suonato scoiattoli e api, raccontato storie personali e fatto esercizi emotivi, interpretato personaggi, impegnati e fatto reciprocamente e Mel ridere così tanto. “Se Nichelbach fosse un genere, uno stile specifico, un regista, quale sarebbe?”, Chiese Mel. Dissi: “Bene, siamo stravaganti. Siamo un po ‘magici. Saremmo Michael Gondry. ”Mel acconsentì rapidamente e pronunciò casualmente il nome di Michel Gondry correttamente, senza prendermi in giro con il mio 24enne. Nichelbach ha potenzialmente scattato le migliori foto di squadra di improvvisazione indipendente mai scattate nel bellissimo duplex su Beachwood che hai noleggiato in quel momento. Ho portato un sacco di costumi di mia madre e guardaroba degli anni ’80 e ’90, abbiamo indossato diverse combinazioni, hai impostato il timer sulla tua macchina fotografica e ci siamo messi in posa davanti al meraviglioso camino in stile spagnolo degli anni ’20. Importa. Tutto conta.

Nichelbach faceva ora parte della scena. Avevamo degli spettacoli. A volte abbiamo distrutto e talvolta bombardato. Ma anche il bombardamento è stato divertente per me perché eravamo insieme. Mi sento ancora così. Adoro il bombardamento come un ensemble se penso che quello che stiamo facendo sia divertente. Adoro fissare negli occhi qualcuno che amo e penso sia così profondamente divertente, qualcuno a cui non riesco a credere che provi la stessa cosa per me. La nostra nave sta affondando, non è questo qualcosa? Non è divertente? Non preoccuparti per il pubblico. Non preoccuparti per loro, la nostra nave è fantastica. Semplicemente non capiscono. La nostra nave è la migliore. Hanno appena perso la barca. Haha. Ne rideremo più tardi. Ci ho pensato con te in ospedale. Fissare gli occhi di qualcuno che penso sia così intelligente, complicato e divertente, sbalorditivo, potente, amorevole e forte. La tua nave stava affondando e non potevo esserci. Volevo. Continuavo a pensare di non ascoltare questo ospedale, non ascoltare quel dottore, quei farmaci, queste stronzate sul cancro. Semplicemente non capiscono. La nostra nave è fantastica. La nostra nave conta. Tutto conta.

Samantha, pensavo di poterti scrivere un bellissimo tributo ma non funziona. Non riesco a sistemare tutto. Mi sento come se dovessi dire: “Prova. Prova. Importa. Tutto importa. ”Ok, ci proverò, ecco alcune cose. La scena che ti ho visto fare con Casey Feigh nel tuo ultimo spettacolo è stata una delle più belle esibizioni di livello successivo che abbia mai visto. Ha rubato lo spettacolo. Entrambi avete irradiato luce. Abbiamo dipinto un dipinto di Bob Ross insieme alla festa di Courtney e Bill. Hai corretto tutti i miei errori e l’hai reso adorabile. Vorrei avere questo dipinto, non so cosa gli sia successo.

Bevo caffè dalla tazza che mi hai regalato per il mio 24 ° compleanno ogni mattina. Hai detto di averlo visto e pensato che fossi davvero io. È. Nel 2010 o 2011, mi hai suonato una registrazione dal vivo della commedia di Maria Bamford nella tua auto – “Manifested!” Abbiamo riso, è uno dei miei ricordi preferiti. Mi sono anche innamorata di The Zombies perché li hai suonati per me. Il barista di Birds ti ha detto che avevi il miglior taglio di capelli a Los Angeles e aveva ragione. Hai amato la scienza della cottura. Sei stato bravo a cuocere cose dolci e mangiare cose dolci.

Una volta un ragazzo ha rotto con te mentre gli portavi una torta che hai preparato per lui. Spero vada all’inferno. Dopo aver rotto con te, hai detto che non potevamo ascoltare la musica nella tua macchina perché ti ricordava di lui. Ho detto: “Tutta la musica?” “Sì”. E ora capisco. Hai capito la perdita. Mi hai aiutato a capirlo. Quando ci siamo conosciuti per la prima volta, mi hai detto che tuo padre è morto in un incidente d’auto quando avevi 15 anni. Ero quasi troppo imbarazzato per dirti che la scissione dei miei genitori è avvenuta quando avevo 15 anni ed è stato davvero difficile per me – ma niente come perdere un genitore! E hai detto: “No, è una grande perdita. Importa. Tutto importa. ”Quando mio padre morì e Lily e io iniziammo a scriverne, eri così favorevole. Quindi comprensione. Hai condiviso i nostri saggi, facci sapere che contavano. Che tutto conta.

Il modo in cui mi relaziono a te, Samantha, è la magia scintillante, le risate e l’eccitazione iniziali e poi questa perdita devastante alla fine. Mio padre sta morendo. La tua diagnosi. Il mio divorzio La tua morte. Il mio dolore – il mio dolore senza fine. Vorrei che fossi qui per aiutarmi a perderti. Potresti aiutarmi perché capiresti. Ci siamo salutati per l’ultima volta nel secondo anniversario del mio matrimonio. Il mio matrimonio con una bellissima persona. Un matrimonio a cui hai partecipato, Samantha, sembra sexy da morire. Ti ho visto lì con il tuo vestito nero e le calze e ho detto “Samantha, sei molto sexy.” Non molto tempo prima eravamo a Marfa, in Texas, al matrimonio di Courtney. Abbiamo visto le luci magiche. Abbiamo preso un vecchio scuolabus per arrivarci. Quando stavamo tutti lasciando Marfa, c’era un bagno con carta da parati a scoiattolo. Sapevi che adoravo gli scoiattoli e me lo scrivevo dal bagno:

“Oh! Grazie per questo! Sai che adoravo quella carta da parati e non avevo il mio telefono! “Hai risposto:” Ti ho fatto gorgogliare. ”

Il matrimonio di Courtney e il mio matrimonio. Erano di tempi diversi. Un mondo diverso Un mondo che preferisco ma che non posso avere indietro. Ho trascorso il mio anniversario con te e non me ne pentirò o non lo dimenticherò. Come a quel punto avevo bisogno che Erin entrasse con me. Per aiutarmi ad affrontare il mostro che ti stava prendendo. Come Erin doveva essere il mio traduttore per i primi secondi. Come mi ha guidato amorevolmente e ti ha gentilmente chiamato: “Sam, Fiona è qui”. E Samantha non dimenticherò mai cosa è successo dopo perché ti sei sollevato sul gomito come se stessi spingendo via il cielo. Il cielo che si stava sgretolando sopra di te. Non ho mai visto una persona più forte. Hai spinto via questo cielo impossibile per trattenermi sul tuo letto di morte. Per stringermi, non il contrario. Hai allungato la mano per stringermi. Ci amavamo l’un l’altro. Importa. Tutto conta. Mi hai accarezzato i capelli. Forse sono tua figlia adulta da un futuro che non accadrà mai. Ho sempre pensato che saresti stata una madre. Una madre eccezionale. Il tipo di madre che è quasi troppo buono. Così buono che suo figlio cresce e non può innamorarsi perché non riesce a trovare il tipo di amore che le è uscito dagli occhi. Questo è il tipo di amore che hai nei tuoi occhi. Saresti stata anche un’incredibile matrigna. Ed è difficile farlo. Ma non lo sarai. Morirai un guerriero su sottili lenzuola rosa. Combattere un mostro. Importa. Tutto conta.

Ricordi il libro che amavi in ​​Book Club? Si chiama Everything Matters! di Ron Currie Jr. I tuoi occhi si sono illuminati quando ne hai parlato. L’hai capito. Avete capito bene. Ne hai parlato così appassionatamente. Come l’eroe sa quando e come finirà il mondo. Sa che quando avrà 36 anni, una cometa colpirà la terra e sarà così. Nessuno lo sa tranne lui. E il suo dilemma, comprensibilmente, va bene, allora importa qualcosa? Qualche sua azione è importante se comunque finirà presto? Lui ha una scelta. Alla fine decide che è importante. Tutto conta. Quindi ama e vive ferocemente e pienamente, nonostante la vicinanza dell’apocalisse. L’hai fatto, Samantha. Ti ho visto farlo. La tua vita, il tuo amore, il tuo tutto. Importa. Tutto conta.